News

DIFC a Dubai: cos’è?
19/12/2019

Il Dubai International Financial Centre – DIFC - è un’area economica a statuto speciale della città di Dubai, negli Emirati Arabi Uniti, che ha una propria giurisdizione e che il 21.11.2019 ha varato una legge sulla proprietà Industriale specifica, la quale riconosce i diritti su Marchi, Design, Brevetti e copyright protetti negli EAU. Non viene creato un registro distinto per le privative, ma è istituito il Commissario alla Proprietà Industriale del DIFC, che ha giurisdizione sulle vertenze in Proprietà Industriale all’interno dell’area speciale, nella quale hanno sede numerosissime istituzioni ed aziende, specie finanziarie ma non solo.

SOMALIA
19/12/2019

Il Governo somalo ha riaperto l’Ufficio Marchi locale (non abbiamo notizie circa i brevetti), che era stato chiuso per la difficile situazione locale, informando il passaggio ad un sistema “monoclasse” (una domanda per ogni classe da rivendicare) con la “modica” tassa di €$ 1'000 per ogni domanda. 

Nuovi Incentivi statali per brevetti, design e marchi nel 2020
10/12/2019

Nell’ambito del pacchetto di misure urgenti di crescita economica e per la risoluzione di specifiche situazioni di crisi (il c.d. “Decreto Crescita”) e con l’intento specifico di facilitare e promuovere la tutela della proprietà intellettuale, il Ministero dello Sviluppo Economico ha pubblicato i bandi Brevetti+, Disegni+4 e Marchi+3, dedicati rispettivamente alla valorizzazione di brevetti, design e marchi.

[Leggi tutto]

Fase nazionale italiana delle domande di brevetto internazionale (PCT)
04/12/2019

È stato pubblicato in Gazzetta ufficiale il decreto ministeriale che introduce la possibilità di ingresso di una domanda di brevetto internazionale (PCT) direttamente nella fase nazionale italiana, e quindi anche senza il tramite del deposito della fase regionale europea presso l'Ufficio Brevetti Europeo (EPO), strada che resta peraltro sempre percorribile.

[Leggi tutto]

Marchio Internazionale: ha quasi 130 anni ma non li dimostra!
29/11/2019

Il Marchio internazionale ha superato quest’anno il milione e mezzo di registrazioni. Il sistema che consente di registrare il marchio in 122 nazioni, con una procedura parzialmente unificata, incrementa ogni anni il numero di registrazioni, segno di apprezzamento da parte del mondo dell’industria. Quest’anno sono entrati tre nuovi membri ragguardevoli (Canada, Brasile e Malesia) ed altri si profilano all’orizzonte. 

* Questi articoli non sono da considerare pareri legali né li sostituiscono ed i commenti sono di mero carattere generale.