News

Benelux- Azioni di invalidazione marchi registrati
05/06/2018

In attuazione delle rinnovate norme Europee sui Marchi, in Benelux è ora possibile agire per l’invalidazione di un marchio registrato avanti all’Ufficio Marchi (BOIP) anziché in Tribunale. Questo vale sia per i motivi assoluti (descrittività, decadenza per non uso) chesiaper quelli relativi (diritti anteriori). Si auspica che questo comporti riduzioni di tempi e costi per i titolari di marchi. Tale soluzione non è ammessa per i marchi non registrati, per le denominazioni sociali ed i Nomi a Dominio. Una volta di più appare evidente che conviene registrare nomi commerciali e denominazioni in uso. 

BREXIT – un primo accordo
28/05/2018

Un accordo è stato firmato da UK e UE in relazione ad alcuni aspetti della Proprietà Industriale.

Non è ancora chiaro se l’UK introdurrà delle tasse per assicurare la continuità della tutela dei diritti di seguito indicati, ma almeno si sa come saranno regolati.

[Leggi tutto]

Marchi a DUBAI
10/04/2018

Il dipartimento delle Dogane di Dubai ha messo a punto un sistema di registrazione gratuito per i marchi che, naturalmente, sono già registrati presso l’Ufficio Marchi locale.

Pertanto, chi possiede una registrazione a Dubai può confermarla alle Dogane senza spese per tasse ma solo per gli onorari dei professionisti coinvolti. Si consideri che nel solo 2017 sono stati sequestrati in quel piccolo paese 26,2 milioni di pezzi di articoli contraffatti.

EUROSTATISTICHE MARCHI 2017
05/03/2018

Per quanto riguarda il deposito di Marchi Europei il 2017 è stato un anno record e l’Italia si è piazzata quarta dietro Germania, USA e Cina. Il numero delle domande è stato di 146.418 con un incremento dell’’8% rispetto al 2016 e di queste il 53% ha riguardato marchi “verbali”, ossia senza connotazione grafica. Naturalmente il numero di domande giunte a concessione è inferiore, attorno alle 130.000. Il numero delle opposizioni è costante attorno alle 18.000 (fonte EUIPO).

Fatture fraudolente relative a marchi comunitari EU – Condanne al carcere
23/02/2018

In Svezia, lo scorso dicembre, venti persone sono state condannate dalla Corte d'Appello per l'invio di fatture fraudolente relative a marchi comunitari EU. Le fatture false sembravano provenire dall'UAMI (ora EUIPO) ed erano state inviate a parecchi richiedenti di marchi comunitari EU in diversi paesi. 

[Leggi tutto]

* Questi articoli non sono da considerare pareri legali né li sostituiscono ed i commenti sono di mero carattere generale.